SERIE C: BEL 3-0 CONTRO UNION!

ISIL VOLLEY ALMESE – UNIONVOLLEY 3-0

(25/20 25/21 25/17)

Isil Volley Almese: Asti, Cavalieri, Viotto, Bugnone, Caporaso, Cisi, Siviero, Brunfranco, Brero, Biagi (K), Murtas, Bertolotto (L) All. Betteto

PalaLozzi che vede l’ennesima sfida settimanale tra le sue squadre. L’Union si presenta con tutte le ragazze che fanno parte della rosa della serie A (Zamboni, Casalis, Tosini, Nasi), Isil che parte con Cavalieri in regia, Cisi opposto, Viotto e Bugnone al centro, Brunfranco e Brero schiacciatrici, Bertolotto libero. Almese che parte bene, ottima correlazione muro-difesa sul 18-9 le pinerolesi hanno esaurito i time out dentro Biagi per Cisi nel giro dietro, Casalis e compagne provano a recuperare ma l’Isil e sul pezzo 25-20 ed è 1-0. Secondo parziale con una prima parte di equilibrio, poi sarà la diagonale Cavalieri-Cisi a fare la differenza, la prima con un’ottima serie in battuta, la seconda andando a terra con continuità, Isil Girls che provano a scappare 18-14, le atlete di Scali fanno sentire la loro fisicità a muro tornando sotto, dentro Biagi e Murtas per fortificare la retroguardia almesina e con una Bertolotto attenta nel dirigere bene la difesa le ragazze di Betteto mettono la quinta marcia e si portano sul 2-0. Terzo set che inizia con Bugnone invalicabile a muro che frena subito le velleità Union, Cavalieri dirige bene le compagne, Union non riesce a far vedere il suo valore perché Almese gioca bene fermando tutti i tentativi di riaprire la partita e con un’ottima prestazione corale si va a vincere 25-17 per il 3-0 finale. Bella gara almesina, ora Sabato trasferta nel difficile campo di San Paolo senza la centrale Viotto che salterà anche Venaria per un piccolo intervento medico.

Coach Betteto: ” Bella partita, giocata con attenzione e sfruttando le indicazioni settimanali, stasera la correlazione muro-difesa è stata ottima, quando giochiamo così diventa difficile per tutti. Ora due settimane senza Viotto ma non demordiamo, oramai siamo abituati a lavorare con le defezioni, abbiamo però dimostrato che da quando vi è continuità mettiamo in difficoltà chiunque”.

lo